Sesto giorno (25 luglio)


 PREPARAZIONE ALLA CONSACRAZIONE

A SAN GIUSEPPE

 

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Pater, Ave, Gloria

A te, o beato Giuseppe

MEDITAZIONE (sul testo proposto giorno per giorno)

Impegno missionario e Fioretto della giornata (indicati alla fine della meditazione)

Preghiera biblica o tradizionale (riportata in calce alla meditazione)

Litanie a san Giuseppe

 

Sesto giorno: la fede

San Giuseppe risplende come modello di fede, il più alto dopo Maria santissima. Come il patriarca Abramo, egli obbedì in tutto alla voce di Dio, che lo guidava nelle Sue peregrinazioni: da Betlemme, luogo di origine della stirpe di Iesse, all’umile borgo di Nazareth, scelto dalla Provvidenza per l’assonanza con il titolo messianico germoglio (in ebraico nezer; cf. Is 11, 1; Mt 2, 23); poi di nuovo a Betlemme per il censimento e la nascita di Gesù; quindi in Egitto e, di ritorno, definitivamente a Nazareth.

La fede, adesione incondizionata a ciò che Dio rivela e amorosa sottomissione a ciò che comanda, è «fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono» (Eb 11, 1). All’uomo basta dare il proprio assenso; poi la grazia soprannaturale opera nell’anima ciò che le forze umane non sono in grado di compiere. Nessuno è escluso da questo dono, purché non lo respinga e sia pronto a conformarvi la sua condotta. Le grandi conversioni ne sono una dimostrazione inconfutabile.

Per fede gli antichi padri sopportarono ogni genere di prove, ma morirono senza aver ottenuto i beni promessi, aspirando alla patria celeste (cf. Eb 11, 13-16). Anche san Giuseppe lasciò questo mondo prima che si compisse la Redenzione, ma ebbe la gioia incommensurabile di far crescere il Salvatore fino all’età adulta e, una volta sceso agli inferi, annunciò agli altri giusti l’imminenza della liberazione.

Stai maturando anche tu, sotto la dolce spinta dello Spirito Santo, la disposizione a credere e obbedire a Dio in ogni circostanza, fosse pure la più buia o tempestosa? Hai davvero fede che sempre il Signore assiste e ricompensa chi lo segue fedelmente?

 

IMPEGNO MISSIONARIO: mi darò da fare per contribuire alla propagazione della vera fede, o di persona o aiutando chi opera a questo fine in terre lontane.

FIORETTO: ogni volta che le circostanze mi metteranno alla prova, reciterò un atto di fede o, non potendo, la giaculatoria: Gesù, confido in te.

 

Fino a quando, Signore, continuerai a dimenticarmi,
fino a quando mi nasconderai il tuo volto?
Fino a quando nell’anima mia proverò affanni,
tristezza nel cuore ogni momento?
Fino a quando su di me trionferà il nemico?
Guarda, rispondimi, Signore, mio Dio,
conserva la luce ai miei occhi,
perché non mi sorprenda il sonno della morte,
perché il mio nemico non dica: «L’ho vinto!»
e non esultino i miei avversari quando vacillo.
Nella tua misericordia ho confidato.
Gioisca il mio cuore nella tua salvezza
e canti al Signore, che mi ha beneficato.

(Sal 12 [13], 2-6)


PROSSIMA CONSACRAZIONE A SAN GIUSEPPE: DOMENICA 22 AGOSTO 2021 Inizio del percorso di preparazione: martedì 20 luglio 2021 SOLENNE NOVENA A ...